Anche quest’anno, come da tradizione ultra ventennale, si è svolta la fiaccolata in onore di Santa Gianna Beretta Molla, alla quale è devoto l’oratorio di Cerro.

Il punto di partenza della fiaccolata 2017, stabilito nel Santuario del Ghisallo a Magreglio (CO) dista circa 60 km da Bottanuco con percorso suddiviso in 10 tappe da 6 km circa l’una.

Al ritrovo di lunedì 1 maggio ci presentiamo in 13 (coraggiosi) partecipanti, incuranti del cielo plumbeo che lascia poche speranze di evitare la pioggia.

Partiti con le 4 auto alla volta del Ghisallo, dopo solo una curva, ancora prima di uscire dal centro abitato di Cerro, la carovana già si è persa… per la serie: partiamo bene!

Arrivati a destinazione, visitiamo il Museo del Ciclismo (http://museodelghisallo.it/), bello ed interessante, scoprendo aneddoti e notizie curiose legate alla storia della bici e del ciclismo.

Dopo un veloce pranzo al sacco (qualcuno però si è concesso dei pizzoccheri alla faccia di chi avrebbe dovuto correre o pedalare), abbiamo salutato la gentilissima guida del museo e ci siamo recati nell’adiacente santuarietto dedicato alla Madonna del Ghisallo patrona dei ciclisti.

Al riparo della pioggia scrosciante, nel piccolo portico del Santuario, accendendo la fiaccola un triste pensiero è volato all’amico Tino che dal cielo ci assiste. Scattata la foto di rito, Cinzia e Melissa, seguite da Laura in bicicletta, con un buon passo di corsa, danno inizio alla staffetta in direzione Cerro.

I Km scorrono veloci sul percorso in discesa, ma la pioggia e il freddo le accompagnano fino al 12^ dove pronto a dare il cambio c’è Ferruccio, che in solitario per circa 6 km e accompagnato da Roberto per altri 6, senza batter ciglio arrivano completamente bagnati al cambio con Martino.

Pronti via, seguito in bicicletta da Livio, non viene risparmiato dalla pioggia che aumenta diventando forte ed intensa come un temporale. Siamo sul tratto di strada più impegnativo, con salita per alcuni km; Martino comunque non si fa spaventare e prosegue imperterrito con ritmo costante fino al punto del cambio successivo, dove io e Williams “scalpitiamo” per scendere al freddo e all’acqua ad accompagnare Martino, “stanchi” del clima confortevole dell’auto di Mario che segue i podisti dall’inizio alla fine.

Durante tutta la fiaccolata Gabriella e Giampietro (forse per digerire i pizzoccheri) si prodigano in incitamenti e scatti fotografici, ben rappresentando l’eroica impresa portata a termine da tutti i partecipanti.

Superata la metà del percorso il trio prosegue la propria marcia, conversando piacevolmente e constatando che la pioggia ha smesso di scendere proprio dal momento in cui sono scesi in strada i due ultimi staffettisti.

Martino dopo aver percorso tre tappe si guadagna il meritato riposo in auto, lasciando a noi due il compito di portare a termine gli ultimi km, accompagnati in bicicletta da Gianfranco.

Arrivati a Bottanuco si unisce al gruppo anche Felice e fiaccola alla mano a piedi ci dirigiamo al Parco Moretti, dove ci attende un gruppo di persone accompagnate dal Parroco Don Ferdinando. Dopo una breve preghiera dedicata a Santa Gianna, ci rechiamo alla chiesa di Cerro per l’accensione del braciere.

La fiaccolata si conclude con la celebrazione della messa allietata dai canti del coro di Santa Gianna, ricordando con la fascia nera al braccio e una preghiera, l’amico scomparso Tino sempre presente a tutte le passate fiaccolate.

Mentre assaporiamo l’ottimo rinfresco offerto dall’oratorio di Cerro, stanchi ma felici rimandiamo l’appuntamento al prossimo anno, nella speranza di essere sempre più numerosi.

+Copia link

0 Responses to “FIACCOLATA 2017 Santuario Madonna del Ghisallo – Cerro”

Cerca tra gli articoli

Inserendo una parola nel campo sopra e premendo 'Enter' potrai trovare tutti gli articoli a cui è riferita.

Articoli Collegati

» Leggi tutti